Associazione Culturale 'INTRECCI' 

 

                                                                                                  

    

Home
Su

 

STATUTO SOCIALE 

TITOLO 1 – Costituzione e Scopi (estratto)

,,,,,,,,,

ART.3

Scopo della Associazione è:

proporre, discutere, diffondere, organizzare, riunire, accogliere e raccogliere suggestioni e suggerimenti per fornire informazioni e formazione, fornire servizi, organizzare incontri, convegni, corsi, stage finalizzati al benessere e riequilibrio della nostra fisicità/emotività/spiritualità.

L’Associazione si pone quindi l’intento di:

1)perseguire l’informazione, l’istruzione e la formazione permanente attraverso l’organizzazione in proprio o la proposta verso altri di corsi, convegni, seminari, per tutti coloro che sono interessati a sviluppare una propria crescita personale nella consapevolezza dei propri atti. Atti che hanno come fine l’amore di sé, l’amore per gli altri, la pace, la tolleranza e la difesa dell’ambiente naturale in cui viviamo. Affinché gli atti, le parole della nostra vita abbiano un significato non superficiale ma profondo, connesso con le emozioni e la spiritualità. Attraverso questa via risiede quindi anche l’intenzione di riportare l’essere umano in contatto con sé, con gli altri e con la natura che lo circonda; è salvaguardando la natura, di cui facciamo parte, che possiamo lasciare alle prossime generazioni un mondo ancora vivibile.

2)Sensibilizzare l’opinione pubblica, le Associazioni, i Partiti Politici, le Istituzioni sulla necessità di una formazione permanente rivolta alle persone per ampliare la sensibilità verso il proprio sé e verso gli altri, lo sviluppo del potenziale creativo della persona e al suo necessario riequilibrio. Doti e potenzialità che altrimenti rimarrebbero nascoste e inutilizzate. A questo scopo l’Associazione organizza conferenze, Stage, Convegni su tecniche e metodi terapeutici, filosofie. Non solo, consapevoli dell’intrinseco valore sia terapeutico che finalizzato alla propria crescita personale, vengono organizzati, proposti, segnalati eventi inerenti alla valorizzazione delle proprie capacità artistiche (canto, teatro, pittura, scultura …). L’Associazione sostiene inoltre la ricerca e la divulgazione delle arti, tecniche, metodi e filosofie che condividono gli scopi della Associazione.

3) Collaborare con le strutture interessate (Gruppi, Associazioni, Partiti Politici, Istituzioni) nella preparazione ed organizzazione di Conferenze, Seminari, Stage, ecc.

In particolare i compiti dell’Associazione sono:

a)     L’organizzazione, la promozione di eventi secondo i fini della Associazione;

b)    La ricerca di eventi e servizi organizzati e offerti da altri soggetti quali: Associazioni, Enti pubblici, Partiti Politici, e singole persone (medici, terapisti, operatori delle medicine naturali, …) che seguano gli stessi fini e scopi della Associazione. Tale ricerca si estenderà anche alla costituzione di un biblioteca comune formata dai testi che i soci vorranno mettere a disposizione della Associazione. Tali testi rimarranno di proprietà dei soci e saranno dati in prestito a chi ne faccia richiesta. A tal fine verrà utilizzata la rete Internet attraverso un proprio sito WEB per diffondere e comunicare i risultati di tali ricerche e proposte.

c)     lo sviluppo di rapporti privilegiati in campo organizzativo con Enti Pubblici avanzando proposte, definendo progetti, partecipando attivamente alle forme decentrate di gestione del potere locale.

L’Associazione si pone inoltre come proprio scopo di compiere tutte le azioni possibili al fine di realizzare eventi e collaborazioni con altre Associazioni. A questo scopo ospiterà sul proprio sito Web programmi ed eventi di altre Associazioni salvo verifica del Consiglio direttivo che ne valuterà le finalità.

Al fine di stimolare una più completa interrelazione tra le associazioni viene definito il ruolo di ‘socio rappresentante’. Vedi oltre Art. 10.

L’Associazione potrà compiere qualsiasi operazione atta all’ottenimento dello scopo sociale tenuto comunque conto dell’art. 2.

TITOLO 2 - Patrimonio e Bilancio

ART. 4

Il patrimonio sociale è indivisibile ed è costituito da :

a) quote sociali, il cui ammontare è fissato annualmente dall’Assemblea ordinaria dei Soci;

b) contributi particolari relativi ad attività promosse a favore di uno o più soci ed il cui ammontare è fissato dal Consiglio Direttivo;

c) contributi corrisposti da amministrazioni pubbliche per lo svolgimento convenzionato delle medesime attività;

d) offerte libere, donazioni e lasciti da parte di Soci e terzi;

e) eventuali altre entrate.

ART. 5

Le quote sociali non sono rimborsabili in nessun caso così come non sono trasmissibili ad eccezione dei trasferimenti a causa di morte.

ART. 6

L’esercizio sociale va dal 1° Gennaio al 31 Dicembre di ogni anno ed entro tre mesi dal suo termine deve essere presentato per l’approvazione all’Assemblea  ordinaria dei Soci il Bilancio Consuntivo.

ART. 7

Gli impegni dell’Associazione sono garantiti unicamente dal suo patrimonio e i singoli Soci non rispondono personalmente. Qualsiasi iniziativa che comporti una spesa deve, preventivamente, avere la corrispondente copertura economica.

ART. 8

E' fatto divieto di distribuire anche in modo indiretto utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell'Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge.

 TITOLO 3 - Organi dell’Associazione.

ART. 9

Sono organi dell’Associazione:

1) L’Assemblea dei Soci

2) Il Consiglio Direttivo.

3) Il Presidente.

ART. 10

Possono associarsi tutti coloro che si riconoscono nelle finalità dell'Associazione senza discriminazioni per motivi di sesso, razza, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni personali e sociali.

Amico della Associazione: è la persona che volontariamente decide di contribuire con un libero versamento a sostegno delle finalità della Associazione. L’adesione è libera secondo i principi riportati nel punto precedente. L’Amico della Associazione può partecipare alla Assemblea della Associazione senza diritto di voto. Ha diritto di ricevere le informazioni relative alla attività della Associazione.

Socio Frequentatore: è la persona che volontariamente si associa o che frequenta almeno un corso o stage o comunque eventi organizzati dalla Associazione che prevedono un contributo di partecipazione obbligatorio.

Socio Onorario: tale socio viene indicato e nominato dal Consiglio Direttivo o dalla Assemblea a maggioranza, per particolari meriti: lasciti, donazioni, attività di rilievo svolte in ambito associativo, posizioni di prestigio o altamente rappresentative nell’ambito delle finalità della Associazione. La carica non decade salvo scioglimento della Associazione. Non è tenuto al pagamento delle quote sociali. Ha diritto di partecipazione alle sedute del Consiglio Direttivo, in quest’ambito ha facoltà propositive.

Socio Rappresentante. Esso rappresenterà gli interessi e gli scopi della associazione che rappresenta.  L’iscrizione è, non solo subordinata ai principi di cui sopra validi per tutti i soci (vedi art. 3) ma, il Consiglio valuterà altresì la concomitanza di interessi e scopi della Associazione che rappresenta con gli interessi e scopi dell’Associazione ‘INTRECCI’. Il voto assembleare ha valore singolo. Ha diritto di partecipazione alle sedute del Consiglio Direttivo, in quest’ambito ha facoltà propositive.

La qualità di Amico della Associazione, socio frequentatore e socio rappresentante va rinnovata ogni anno sociale.

La temporaneità della partecipazione alla vita sociale è comunque esclusa.

 ART. 11

I Soci sono tenuti

- al pagamento delle quote sociali (escluso il Socio Onorario) ed di eventuali altre quote per prestazioni particolari richieste ed organizzate;

- all’osservanza dello Statuto, degli eventuali regolamenti interni e delle deliberazioni prese dagli organi sociali.

I Soci possono riunirsi in gruppi in ogni luogo e per qualsiasi attività. Tali attività non devono però essere in contraddizione con gli scopi stessi dell’Associazione.

ART. 12

I Soci sono espulsi o radiati per i seguenti motivi:

a) quando non ottemperino alle disposizioni del presente Statuto, agli eventuali regolamenti interni o alle deliberazioni prese dagli organi sociali;

b) quando si rendano morosi nel pagamento delle quote sociali senza giustificato motivo;

c) quando, in qualunque modo arrechino danni morali o materiali all’Associazione.

Le espulsioni e le radiazioni sono decise per deliberazione unanime del Consiglio Direttivo.

I Soci esclusi, o comunque recedenti, non hanno alcun diritto sul patrimonio sociale.

 TITOLO 4 - Le Assemblee

ART. 13

Tutti i soci maggiori d'età sono componenti di diritto dell'Assemblea.

Le Assemblee dei Soci possono essere ordinarie e straordinarie.

La convocazione avviene mediante avviso scritto, che deve contenere gli argomenti all’ordine del giorno, il luogo, l’ora e il giorno della riunione, da affiggersi con almeno due settimane di anticipo, presso la Sede Sociale e gli spazi dove l’Associazione svolge le proprie attività di consueto.

ART. 14

L’Assemblea ordinaria viene convocata almeno una volta l’anno per approvare il Bilancio redatto dal Segretario Amministrativo. Essa, inoltre :

- elegge il Consiglio Direttivo,

- procede alla nomina di cariche sociali,

- approva le linee generali del programma di attività per l’anno sociale;

- delibera su tutte le questioni attinenti alla gestione sociale.

ART. 15

L’Assemblea straordinaria è convocata :

- tutte le volte che il Consiglio lo reputi necessario;

- allorché ne faccia richiesta motivata almeno 1/5 dei Soci.

L’Assemblea dovrà avvenire entro venti giorni dalla data in cui viene richiesta.

ART. 16

In prima convocazione l’Assemblea, sia ordinaria che straordinaria, è regolarmente costituita con la presenza di metà più uno dei Soci. In seconda convocazione l’Assemblea, sia ordinaria che straordinaria, è regolarmente costituita qualunque sia il numero degli intervenuti e delibera validamente a maggioranza assoluta dei voti dei presenti su tutte le questioni poste all’ordine del giorno. La seconda convocazione può aver luogo mezz’ora dopo la prima.

ART. 17

Per deliberare sulle modifiche dello Statuto e sullo scioglimento dell’Associazione è necessaria la presenza di almeno il 50% dei Soci e il voto favorevole dei 3/5 dei presenti.

ART. 18

L’Assemblea, tanto ordinaria che straordinaria, è presieduta da un Presidente nominato dall’Assemblea stessa; le deliberazioni adottate dovranno essere riportate su apposito libro dei verbali.

 TITOLO 5 - Il Consiglio Direttivo

ART. 19

Il Consiglio Direttivo, eletto annualmente dall’Assemblea dei Soci, è composto da un minimo di 3 ad un massimo di 13 Consiglieri eletti tra i Soci stessi.

I membri del Consiglio sono rieleggibili.

ART. 20

Il Consiglio Direttivo elegge nel suo seno il Presidente e il Segretario Amministrativo e fissa le responsabilità degli altri Consiglieri in ordine alle attività svolte dall’Associazione per conseguire i propri fini.

Le funzioni dei membri del Consiglio sono completamente gratuite e sono rimborsabili le sole spese inerenti l’espletamento dell’incarico.

ART. 21

Il Consiglio si riunisce su istanza del Presidente o della maggioranza dei suoi membri e delibera con voto favorevole della maggioranza assoluta dei suoi componenti.

Ogni riunione è presieduta dal Presidente, o in sua assenza da un Consigliere eletto tra i presenti.

ART. 22

Il Consiglio Direttivo deve:

- redigere i programmi di attività sociale previsti dallo Statuto sulla base delle linee approvate dall’Assemblea dei Soci;

- curare l’esecuzione delle deliberazioni dell’Assemblea;

- stipulare tutti gli atti e i contratti di ogni genere inerenti all’attività sociale;

- formulare l’eventuale regolamento interno da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea;

- deliberare circa l’ammissione, sospensione, radiazione ed espulsione dei Soci;

- favorire la partecipazione dei Soci alle attività dell’Associazione.

ART. 23

Il Presidente del Consiglio ha la rappresentanza e la firma sociale. Con l’approvazione del Consiglio potrà delegare la propria firma ad altri componenti del Consiglio stesso.

 

TITOLO 6 - Scioglimento e disposizioni finali.

ART. 24

L’Associazione ha una durata illimitata.

La decisione di scioglimento deve essere presa dall’Assemblea straordinaria dei Soci con una maggioranza di almeno 3/5 dei Soci presenti all’Assemblea, la cui validità è data dalla partecipazione del 50% del corpo sociale.

ART. 25

In caso di scioglimento l’Assemblea delibera con la maggioranza prevista dall’art. 24 sulla destinazione del patrimonio sociale residuo, dedotte le passività, ad altre Associazioni con finalità analoghe a quelle stabilite dal presente Statuto o comunque a fini di pubblica utilità, fatta salva una eventuale diversa destinazione imposta dalla legge.

ART. 26

Per quanto non compreso nel presente Statuto decide l’Assemblea a maggioranza assoluta dei partecipanti.